Talla

Talla è un migrante senegalese di 28 anni, sposato e con quattro figli.

Partito dal Senegal nel 2015, lasciando la sua famiglia, è arrivato in Italia il 15 gennaio del 2016.

Dopo sei mesi di viaggio ed aver percorso oltre 4600km, è arrivato in Libia, detenuto per tre mesi nelle carceri di Grigaras, picchiato e torturato è riuscito a liberarsi grazie all’ex datore di lavoro che, per il suo riscatto, ha versato 1000 euro. Ha affrontato un lungo viaggio in nave, insieme a molti altri suoi connazionali. Giunto miracolosamente in Sicilia, dopo tante vicissitudini è arrivato nel campo di San Ferdinando di Rosarno in Calabria.

Recentemente, il campo di San Ferdinando è stato smantellato dalle forze dell’ordine e molti di loro, tra cui anche Talla, sono stati trasferiti in un Centro di Accoglienza Straordinaria (C.A.S.).

Ho trascorso molti mesi con Talla. Giorno dopo giorno al suo fianco, per raccontare la storia della sua vita in un ghetto senza servizi igienici e strade invase dalla pioggia.