Nadia

Nadia ha 43 anni e due figli, un passato nell’esercito camerunense.

Dal Camerun, con l’aereo, giunge in Italia nel 2010, dove inizia a lavorare a Pasturo, in provincia di Lecco, per poi girare da Nord a Sud, lavorando come badante, sia con anziani che con malati terminali.

Ha svolto mansioni di donna delle pulizie negli alberghi e collaboratrice domestica.

Non le piace fermarsi per lungo tempo in un posto e dopo diversi spostamenti è arrivata a Rosarno(Rc), dove ha lavorato nella fabbrica delle arance, per l’industria dolciaria.

Recentemente, il campo di San Ferdinando di Rosarno è stato smantellato dalle forze dell’ordine e come molti altri, anche Nadia ha cominciato a spostarsi da un ghetto ad un altro ed oggi la sua vita è fatta di espedienti.

Seguendo Nadia ho cercato di capire le problematiche ed i rischi a cui va incontro una donna migrante.